IDEE SCHIAVE

mercoledì 9 luglio 2008

360 chili di uranio nel fiume? Tutto a Posto!




Avete letto ? Sul corriere hanno scritto che c'è stata una perdita di trenta metri cubi d'acqua contente 12 grammi di uranio per litro in una centrale nucleare vicino Avignone. Allora , un metro cubo sono circa 1000 litri, 30 metri cubi vuol dire che sono 30000 litri. 12 grammi di Uranio per litro sono 30000 per 12 = 360000 grammi che trasformati in chili sono 360 . Hanno parlato di rischio minimo, ma 360 kg di uranio in un fiume, porco maiale, è un rischio minimo?
Scappiamo fino a che siamo in tempo...

P.S Scusate il porco maiale ma ormai sto perdendo la pazienza...

NEWS
Prima si parlava di 360 kg di uranio disperso nel reattore di Tricastin a Bollène in francia, ma nuovi dati parlano di 75 chili...
Per fortuna, allora cambia tutto : se non sono minimo 100 kg non muori, al massimo diventi fosforescente e impotente ma puoi ancora consumare e vivere per il prossimo anno...

2 commenti:

Luther Blissett ha detto...

porca vacca...

Wil ha detto...

Ola.

Questa l'avevo sentito, ma ho paura si dia poco risalto a notizie che possono ammorbare l'opinione pubblica su questo Fantastico e Scellerato progetto di tornare al Nucleare.

Costi, manutenzione e smaltimento sono forse la garanzia per evitare questo Ritorno non Gradito, data la nostra incapacità e la penuria dei conti pubblici.

Spero di vedere presto (prima che finisca il petrolio, non vale altrimenti), una classe dirigente che incentivi ed informi seriamente su Solare ed Eolico.

Sono dell'idea che più case, aziende, uffici, palazzi, etc, sono dotati di pannelli fotovoltaici, meno dipendenza dall'estero in fatto di energia aggrava l'attuale situazione economica ed ambientale.

Ovviamente ci vogliono gli incentivi, ma sarebbe un'operazione fantastica, da sommarsi alla crescita di campi eolici.

Microreti locali (solare) autofinanziate e che generano risparmio e ricchezza esistono già, soprattutto in Svizzera, sarebbe un sogno.

Se vuoi scrivermi qualcosa sull'argomento, o su qualche novità o aspetto che ritieni interessante, inviamelo pure via mail, sarò contento di pubblicarlo sul blog "nonleggerlo".

A presto.
Wil
nonleggerlo@gmail.com